// Olympus PEN- F - test sul campo

Interrompiamo per un attimo la cronaca del viaggio per fare il punto un pò sulle attrezzatture che ho avuto modo di utilizzare grazia ad una collaborazione congiunta tra Polyphoto SPA e Photoshop Parma. Avevo richiesto di poter testare sul campo, in occasione del viaggio, due delle fotocamere di punta della gamma Olympus: la Pen F e la Em1 mark2.





Dell'ammiraglia ho già avuto modo di parlarne diverse volte, anche se mai in un contesto del genere. La Pen F, invece, l'ho sempre vista, desiderata, ma mai portata sul campo.
Lo scorso anno avevo affrontato la stessa situazione con una mai abbastanza rimpianta EP-5 (ad oggi credo la miglior m43 posseduta per equilibrio di velocità, files, e portabilità), era quindi interessante capire quanto la sua erede avrebbe offerto in più.








La Pen F è una macchina unica a catalogo Olympus, ora come ora. La serie Pen era sempre stata caratterizzata dalla mancanza del mirino integrato e da dimensioni più compatte, mentre la F, erede spirituale della storica PEN-F analogica, strizza l'occhio anche al mondo OMD, con il suo viewfinder laterale a mò di telemetro.
Che la Pen sia una macchina nata per piacere a tutti, non è un segreto. Nessuna critica si può muovere sul lato estetico: il fascino che emana, soprattutto nella versione Silver, è quello delle macchine di altri tempi. Ma io volevo capire se il piccolo mostro di tecnologia racchiuso all'interno dell'elegante guscio era in grado di prendere il posto di una delle mie OMD.
Vediamo un pò come è andata.






Ho usato intensivamente la PEN-F per due giorni senza sosta, apprezzandone da subito le dimensioni perfette: nè grande nè piccola, comoda in mani grandi, anche come le mie.
Nessun particolare problema di adattamento, solo un pò di confusione all'inizio, quando mi trovavo ad operare con il pollice una ghiera che non era quella che volevo (il layout è diverso rispetto alla mia Em5 che di solito uso per queste occasioni).
Ho trovato davvero apprezzabile la rapidità operativa e la velocità generale nel rispondere ai comandi (forse un pò lenta a riprendersi dallo standby ma devo ammettere di non aver approfondito molto il menù, probabilmente è un lag risolvibile o azzerabile).






L'utilizzare le stesse batterie della serie OMD mi ha reso molto semplice la gestione  dell'autonomia (avevo una infinità di ricariche con me).

Ho trovato il mirino laterale davvero comodissimo. L'ho usato molto più che sulla OMD, perchè ti permette di usare entrambi gli occhi ed osservare anche dal vero cosa sta per accadere: è il concetto base che muove da decenni il concetto delle telemetro, ossia una maggior visione ad occhio nudo, tenendo sempre l'altro occhio nel mirino. Comodo, e di ottima fattura.
Mi ha permesso di avvicinarmi davvero molto ai miei, spesso ignari, soggetti.






Il file del nuovo sensore, seppur da 20 megapixel, è in linea con la qualità del brand. Decisamente bello per colori e dettagli, con una ottima tenuta anche ad iso alti (io non ho mai grosse necessità , raramente supero i 2000, saran retaggi analogici).Definirei le immagini sempre belle "croccanti".
La ghiera di controllo sul frontale per la gestione colore e il bianco e nero e una vera chicca, ed è davvero comoda e divertente.








Due cose non mi hanno convinto del tutto: la prima, meno grave, è lo slot della SD nel vano batteria. Una scelta accettabile sulle entry level ma non su un prodotto di gamma alta. Scomoda e poco pratica, soprattutto se si utilizza la macchina sul cavalletto.
Infine, la scelta del display orientabile la trovo un pò poco coerente con la tipologia di prodotto orientato ad una fotografia poco appariscente.
La comodità del poter semplicemente inclinare il diplay, lasciandolo in asse con la lente è impagabile nel reportage di strada, street e quanto altro: il monitor esterno alla macchina, con lo snodo, costringe ad una scomoda inquadratura fuori asse, che, ripeto, trovo tollerabile su macchine votate anche al video, ma non su un prodotto palesemente dedicato alla fotografia più lenta e ragionata "alla vecchia maniera". Il display è di ottima fattura, semplicemente lo trovo poco funzionale.  Spero che nei prossimi modelli si trovi una soluzione più comoda per tutti, anche perchè, in questo caso, credo sia stata più una soluzione estetica che funzionale: con questo tipo di display, quando è a riposo, il dorso della macchina si trova ad essere uniforme e rifinito come una "vecchia" macchina a pellicola.




L'ergonomia della macchina è molto buona e certamente, leggermente, migliorabile con l'ausilio di un grip opzionale. Nonostante sembri nata solo per i piccoli fissi di caza Zuiko / Olympus, la Pen F padroneggia bene anche pesi più importanti: ho avuto modo di provarla con il 25mmPro f/1,2  che non è piccolissimo e il connubio era molto ben gestibile (sicuramente non è il corpo macchina che userei con gli zoom pro, ma in caso di necessità, fa bene il suo dovere). Con il Grip, non dovrebbero esserci problemi di impugnatura con lenti come il 12.40  e 7-14 che tendono un pò a sbilanciarla, in configurazione base.




Conclusioni.
Difficile non farsi stregare dalla bellezza e dalle funizioni della piccola Pen F (stabilizzazione di immagine eccezionale, scatto ad altissima risuluzione, pieno controllo creativo del colore senza staccare l'occhio dal mirino o dal display). Chi come me ha passato ore ed ore in strada con i vecchi modelli, abituatosi al display "tilt", potrebbe patire un pò la scelta del nuovo tipo di schermo, gli altri non ne faranno assolutamente una tragedia. 
Se parliamo di files, è sicuramente la miglior macchina Olympus attualmente in circolazione (con la EM1 mk2 che però costa il doppio), ma per un uso lavorativo, continui a trovare la serie OMD 1 e 5 un tantino più comoda.
La macchina perfetta per la fotografia di viaggio e di reportage, che sa farsi notare quando deve e sa  essere completamente discreta per tutto il tempo che serve. Difficile chiedere di più. Penso che neanche tanto in là avrà il suo posto nella mia borsa da passeggio, che poi è quella più importante, per la mia fotografia.


1 commento:

  1. Con questo articolo mi hai fatto venir la voglia di aggiornare la mia inseparabile EPL-5...

    RispondiElimina

Si prega di lasciare commenti riguardanti gli articoli e le immagini pubblicati. Mi riservo la facoltà di eliminare messaggi di altro tipo.